MONCALVO

MONCALVO

Moncalvo: paese medievale immerso nelle colline del Monferrato

Dove si trova

Moncalvo è un paese di circa 3000 abitanti situato in Piemonte, rappresenta uno dei comuni principali del Monferrato ed è stata la sua prima capitale storica. Si trova a nord est della città di Asti nei pressi dei confini territoriali con Alessandria. Il comune è situato in collina a circa 300 metri di altitudine. La sua posizione è strategica dal punto di vista turistico in quanto consente di raggiungere facilmente la Lombardia, la Liguria o l’Emilia Romagna, situato al centro del nord Italia è una meta turistica che offre numerose possibilità di fare un tour della zona e visitare le città più importanti, alle quali non ha nulla da invidiare.

Cenni storici

Moncalvo è un paese molto antico e ha origini romane, è stato proprietà della Chiesa di Asti in passato, più precisamente della famiglia dei Graffagno. Il Marchese del Monferrato fece diventare il piccolo borgo una capitale, mantenne lo stesso stato anche con le famiglie Saluzzo e Paleologi di Monferrato agli inizi del XIV secolo. Nonostante l’occupazione di numerose popolazioni straniere, nel XVII secolo tornò di proprietà dei feudatari italiani. Alla fine del XVII secolo subì diversi saccheggi dalle truppe di Eugenio di Savoia, che diventarono i proprietari all’alba del XVIII secolo. Agli inizi del XX secolo il paesino rientra in possesso delle frazioni di San Vincenzo, Castellino, Santa Maria e Patro, come già era stato nel XVIII secolo.

Cose da non perdere

Le bellezze del luogo sono davvero incredibili, nonostante sia un piccolo paesino è un luogo ricco di monumenti e architetture di grande rilevanza storico culturale. Ecco i palazzi più importanti: il palazzo medievale Testafochi del XVIII secolo, il palazzo del Municipio (ex convento) del XVII secolo, Palazzo del Pozzo, Manacorda e l’antica facciata gotica di Casa Lanfranconte risalente al XIII secolo. Anche le architetture religiose sono numerose, da non perdere assolutamente per chi è in vacanza in quelle zone: la chiesa di San Francesco del XIII secolo, la Chiesa di San Giovanni, San Marco e San Pietro, la chiesa di Sant’Antonio (XVII secolo), il Santuario Diocesano di Santa Teresa, fino al più antico Oratorio di San Rocco del XVII secolo. La prima domenica di ogni mese si svolgono i mercatini dell’antiquariato.

Gli eventi da non perdere

Il calendario è ricco di eventi e manifestazioni culinarie dei prodotti tipici, la terza settimana di giugno c’è la Festa delle Cucine Monferrine perfetta per gli amanti della musica e del buon cibo. Le ultime due domeniche di ottobre va in scena la Fiera del Tartufo e a dicembre c’è la Fiera del Bue Grasso per gli amanti dei piatti a base di carne di qualità.

Piatti tipici per buongustai

Questo borgo è noto per i piatti tipici che lo rendono un paradiso enogastronomico. Qui è possibile deliziare il palato con i migliori vini italiani: Barbera del Monferrato DOC, Barbera d’Asti DOCG, Grignolino d’Asti DOC e il vino Nocciola IGP Tonda Gentile. I piatti più saporiti della tradizione sono la carne di Bue Grasso, gli agnolotti, vari salumi prodotti dagli allevamenti locali, il tartufo bianco, il delicato formaggio di capra, l’olio extra vergine di oliva e tantissimi dolci come i Baci di Dama, gli Amaretti e il Brut e Bun.

Dove soggiornare

Questo luogo offre la magia tipica del verde condito da panorami mozzafiato, è possibile pernottare in strutture come alberghi e hotel ma anche in appartamenti, B&B e palazzi antichi. Sono davvero tante le soluzioni a portata di mano, inoltre è un paesino facilmente raggiungibile anche dalle città limitrofe. Ecco alcune soluzioni pratiche e di altissima qualità per trascorrere una vacanze o un week end indimenticabile.

Queste per restare al centro del paese. Ma volendosi spostare un po’, la scelta è ancora più vasta e rispondente a tutte le diverse esigenze.

CONDIVIDI:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *