Agnolotti al plin

Agnolotti al plin

Agnolotti al plin: tipici agnotti piemontesi serviti anche al tovagliolo

Difficoltà: Media
Tempo di Preparazione: 60 min
Portata: Primo Piatto

Si tratta di uno dei molteplici piatti tipici della cucina piemontese, può essere ricercato principalmente tra le zone delle Lanche e Monferrato, ed caratterizzato da un ripieno di carne brasata molto saporita.
La parola “plin”, che dà il nome al piatto, in piemontese significa pizzicotto che è il gesto che si deve fare per richiude la pasta dell’agnolotto; bisogna prendere i lembi e pinzarli tra pollice e indice, per evitare che il ripieno, contenuto al suo interno, fuoriesca. Esistono vari modi per servire questa pietanza: quello tradizionale è metterli, dopo averli scolati, in un tovagliolo e servirli al naturale, altrimenti condirli o con burro e salvia o con il sugo ricavato dalla cottura brasato, usato per fare il ripieno.

Le origini: radici con lo sguardo al futuro

CONDIVIDI:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *